Agroalimentare, in arrivo l’ologramma anti contraffazione

Rivista : Anno 39/Numero 4

A cura della Redazione

Al supermercato con il telefonino: per conoscere la tracciabilità e l’originalità di un prodotto Made in Italy, basterà utilizzare il cellulare. È uno degli sviluppi futuri previsti dal progetto “True Italian”, voluto da Buonitalia S.p.A., unità operativa del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, e ideato e gestito da Assistgroup. Il progetto si sviluppa nella West Coast americana con l’obiettivo di incrementare le vendite e la quota di mercato dei prodotti enogastronomici italiani a marchio di qualità certificata e contrastare il fenomeno della pirateria agroalimentare, che oggi raggiunge dimensioni esorbitanti. L’iniziativa è stata presentata nel corso di una tavola rotonda sulla cultura dei prodotti di qualità e sul ruolo dei media nella tutela dei prodotti italiani all’estero, che si è svolta all’inizio di dicembre ad Albinea (RE), cui hanno partecipato i rappresentanti di alcuni dei consorzi più penalizzati dal fenomeno della contraffazione agroalimentare.



Per poter leggere l'intero articolo e' necessario sottoscrivere un abbonamento.
Per abbonarsi clicca qui, se invece sei gia' abbonato clicca qui

Back to top