D’Addesa D.

Obesità e prima colazione nei bambini del Lazio

Rivista : Anno 40/Numero 3

L’aumento dell’obesità è riconosciuto come uno dei principali problemi di salute pubblica. Studi epidemiologici hanno dimostrato che l’assunzione della prima colazione svolge un ruolo fondamentale nella qualità nutrizionale e nell’adeguatezza della dieta. Ciò è valido per ogni età, ma in modo particolare per i bambini in età scolare. Una buona qualità di questo pasto contribuisce ad un’assunzione bilanciata di macro e micronutrienti ed è associata ad un Indice di Massa Corporea (IMC) più basso.
Scopo del presente lavoro è di verificare la correlazione fra sovrappeso/obesità e consumo della prima colazione in bambini in età scolare.
Il presente lavoro riguarda 7790 bambini, di 9 anni, residenti nella regione Lazio. Informazioni sulla prima colazione sono state raccolte chiedendo a ciascun bambino il tipo e la quantità degli alimenti assunti nel giorno dell’indagine a colazione, lo stato nutrizionale è stato valutato attraverso la misura del peso e della statura, tali informazioni sono state raccolte seguendo le raccomandazioni internazionali (OMS, 1995) da personale standardizzato. Lo stato nutrizionale è stato valutato attraverso le tabelle dell’International Obesity Task Force.
La prima colazione non è stata consumata dal 15,9% del campione, l’IMC di questi bambini è risultato significativamente più alto rispetto a quelli che hanno consumato questo pasto. Inoltre i bambini che hanno saltato la prima colazione presentano un percentuale significativamente superiore di obesi e sovrappeso. Tali risultati mostrano come l’abitudine alla prima colazione può ridurre il rischio di sovrappeso e obesità.



The increasing phenomenon of childhood obesity in the western world is recognised to be an important public health issue. Epidemiological studies showed that a regular consumption of breakfast plays a key role in nutrition quality and adequacy of diet. This is true at any age and particularly in school-aged children.
A good quality of this meal contributes to a more balanced daily intake of macronutrients and micronutrients amongst children, besides, it is associated with a lower Body Mass Index (BMI).
The aim of this study is to investigate the relationship between overweight/obesity and breakfast in school children.
For this purpose, we have investigated 7790 children, aged 8,9  0,3 years, living in the Italian region of Lazio.
Data about breakfast were collected by asking each child the type and quantity of foods eaten. Nutritional status was assessed by weight and height measured by standardized collectors accordingly to the World Health Organization guidelines; overweight and obesity were defined by the International Obesity Task Force method.
A first analysis indicates that 15,9% of the sample did not eat anything for breakfast. Mean BMI is significantly higher for children who skipped breakfast than children breakfast consumer. Moreover, the breakfast skippers show a significantly higher percentage of obese and overweight children. The results of this investigation attest that the habit of breakfast consumption might reduce the risk of overweight and obesity.

Back to top